Giocare al Golf dei Laghi conviene

Mercoledi non festivo green fee 25 €

ABBONAMENTO MENSILE AGOSTO 2017 - 250,00 €

Regolamento sportivo

Ogni giocatore è tenuto a conoscere ed a rispettare le regole del golf e le norme di etichetta contenute nell'opuscolo ufficiale redatto dal Royal and Ancient Golf Club of St. Andrews. Dette regole e norme sono pubblicate dalla Federazione Italiana Golf alla quale il Golf dei Laghi è affiliato. Ogni giocatore è inoltre tenuto a conoscere ed a rispettare le regole locali generali o temporanee emanate dalla Commissione Sportiva e le norme generali di comportamento di cui al presente regolamento.
1) L'accesso al campo è riservato ai giocatori classificati ed ai giocatori non classificati che abbiano ottenuto la specifica autorizzazione dalla Segreteria, concessa previo parere favorevole di un professionista che abbia valutato sufficienti le capacità di gioco e la conoscenza delle regole e delle norme di comportamento da parte del giocatore. E' tuttavia consentito l'accesso al campo ai giocatori principianti accompagnati da un professionista, nei limiti delle necessità didattiche. E' facoltà della Segreteria negare l'accesso al campo a giocatori ospiti che non siano in grado di documentare il possesso di un handicap ed a coloro che non abbiano depositato presso di essa il certificato medico richiesto dalla Federazione Italiana Golf.
2) I giocatori non classificati minori di anni dodici, muniti dell'autorizzazione di cui sopra, potranno accedere al campo esclusivamente accompagnati da un adulto classificato che sarà personalmente responsabile del loro comportamento.
3) Nell'interesse comune, tutti i giocatori dovranno evitare ogni tipo di ritardo nel gioco; il termine di riferimento per determinare l'eventuale ritardo è sempre la partita che precede e mai quella che segue; quando la ricerca di una palla si rivela difficoltosa, dovrà immediatamente essere concesso il passo alla partita che segue senza attendere i cinque minuti concessi dalle regole prima che la palla sia considerata persa.
4) Nessun giocatore deve eseguire un colpo prima che tutti i giocatori della partita che precede siano a distanza di sicurezza né mentre un altro giocatore sta a sua volta per giocare.
5) Terminato il gioco di una buca, il green deve essere immediatamente lasciato libero; a tal fine le sacche ed i carrelli vanno sempre lasciati ai lati del green in direzione della partenza successiva e mai davanti ad esso.
6) Da quando un giocatore ha preso posizione sulla palla nessuno deve disturbare o muoversi né stare vicino o dietro la palla o la buca, nessun giocatore di uno stesso gruppo deve precedere il giocatore che sta per eseguire un colpo.
7) L'ordine di gioco alla partenza di una buca è determinato dalla regola dell'onore; successivamente dovrà giocare per primo il giocatore la cui palla si trova più distante dalla buca.
8) La precedenza sul percorso, per le partite fuori gara, è regolata come segue e deve essere rispettata e fatta rispettare da tutti i giocatori:
• qualsiasi partita che effettua un giro convenzionale di 18 buche ha la precedenza sulle partite che effettuano un giro più breve o diverso.
• se una partita abbandona il proprio posto sul percorso, ad eccezione di una sosta non superiore ai 10 minuti al termine delle prime nove buche, o perde più di una buca di distanza dalla partita che precede, deve cedere il passo alla partita che segue.
• Se un gruppo sta ritardando il gruppo che segue, dovrebbe invitare il gruppo seguente a sorpassarlo.
• al sabato e nei giorni festivi, in partenza le partite a quattro palle hanno la precedenza su quelle a due e tre palle e queste ultime hanno la precedenza su quelle a due palle;
• al sabato e nei giorni festivi i giocatori che hanno prenotato l'orario di partenza in segreteria in partenza hanno la precedenza su ogni altra partita.
9) Prima di lasciare un bunker ogni giocatore deve rastrellare la sabbia eliminando ogni traccia del suo o altrui passaggio e del colpo eseguito, collocando poi il rastrello nella parte laterale del bunker più lontana dalla linea normale di gioco; sul percorso le zolle divelte da un giocatore o da altri dovranno essere rimesse a dimora e pressate sul terreno; ogni danno arrecato al green dall'impatto delle palle deve essere immediatamente riparato ed eventuali ulteriori danni al green vanno comunque riparati prima di lasciarlo.
10) I giocatori ed i loro portabastoni devono evitare di danneggiare il green lasciandovi cadere la bandiera come pure devono aver cura di non alterare le caratteristiche della buca calpestandola, custodendo la bandiera o appoggiandosi al putter quando rimuovono la palla dalla buca; è vietato fare quest'ultima operazione con la testa del putter o con l'asta dalla bandiera. Prima di lasciare il green la bandiera deve essere accuratamente ricollocata nella buca.
11) E' vietato fare pratica sul percorso con più di due palline e comunque in ogni caso in cui la ripetizione di un colpo, non giustificata dalle regole, possa in qualsiasi modo ritardare il gioco della partita che segue. I colpi di prova sui tee di partenza sono vietati; eventuali movimenti di prova devono essere effettuati a lato del tee stesso e comunque senza arrecare danni al manto erboso e senza ritardare lo svolgimento del gioco.
12) REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DEI GOLF CAR
• Golf car di proprietà del Circolo: hanno copertura assicurativa R.C. garantita dal Circolo. Non possono trasportare più di due persone e la relativa guida è vietata ai minori di anni 18.
• Golf car personali: non godono della copertura assicurativa del Circolo, pertanto il relativo utilizzo è subordinato alla sottoscrizione, presso la Segreteria del Golf, di una dichiarazione di assunzione di ogni tipo di responsabilità da parte del Proprietario.
• Conduzione:
Tutti i golf car devono essere condotti nell’osservanza:
a) delle più elementari norme di sicurezza.
b) delle norme di cortesia sul campo evitando di arrecare disturbo agli altri giocatori, segnatamente in prossimità dei tees di partenza e dei greens.
c) delle norme di cura del campo evitando brusche frenate, ripartenze e cambi di direzione che possano arrecare danni al campo.
• Percorsi e soste:
a) in mancanza di differenti disposizioni in merito, i golf car dovranno percorrere esclusivamente i sentieri appositamente predisposti (car path).
b) anche in caso di deroga, i golf car dovranno seguire gli appositi sentieri (car-path) nei seguenti casi:
- in prossimità dei tees di partenza. - lungo tutte le buche Par 3 e nelle zone del campo appositamente segnalate.
- tra il laghetto ed il green delle buche 10 e 12.
- alla buca 14 tra la strada asfaltata ed il green.
- il paletto dei 100 metri è comunque il punto di rientro sulle stradine: non è pertanto consentito avvicinarsi con i golf car al green ad una distanza minore.
I tratti percorsi fuori dalle strade predisposte dovranno essere limitati al minimo indispensabile, riducendo per quanto possibile i passaggi sul rough.
• Sanzioni:
In caso di inosservanza dei criteri di buon comportamento sopra descritti e dopo il primo richiamo, le sanzioni per i trasgressori prevedono la sospensione da 1 a 7 giorni dell’utilizzo dei golf car e fino a 30 giorni per comportamento recidivo.
13) Per la salvaguardia delle zone di lavoro segnalate come terreno in riparazione o evidentemente tali, è vietato giocare dalle stesse salvo che nel corso delle gare e purché non vi sia un espresso divieto nel regolamento di gara.
14) Ogni giocatore o suo portabastoni o accompagnatore deve evitare di disturbare in qualsiasi modo gli altri giocatori sul percorso, in particolare quelli sui green e sulle partenze limitrofe; deve altresì utilizzare diligentemente i cestini per i rifiuti posti alla partenza di ogni buca evitando di lasciare sul campo qualsiasi traccia del suo passaggio.
15) E' vietato iniziare il gioco da buche diverse dalla 1 o dalla 10 salvo che con l'espressa autorizzazione della segreteria giustificata da particolari situazioni.
16) E' consentito l'accesso al percorso, al putting green ed al green di pratica soltanto con scarpe chiodate o comunque da golf.
17) Le partite con più di quattro giocatori non sono previste dalle regole del golf; le stesse, quindi, salvo casi eccezionali che richiedono sempre l'esplicita autorizzazione della Commissione Sportiva o della segreteria, sono vietate.
18) Le lezioni prenotate con i maestri, se non disdette 24 ore prima, dovranno essere pagate.
19) La frequenza del campo pratica, del putting green e del green di pratica è disciplinata da specifiche regole affisse in bacheca, la cui violazione è parificata a quella delle norme del presente regolamento.
20) Le modalità di iscrizione alle gare, gli orari di partenza ed i provvedimenti in caso di rinuncia sono disciplinati dallo specifico regolamento emanato dalla Commissione Sportiva ed affisso in bacheca, che fa parte integrante del presente regolamento sportivo.
21) Al termine di ogni gara gli score devono essere consegnati in segreteria e ciò anche in caso di ritiro, con la relativa annotazione di N.R.; in caso contrario il giocatore sarà squalificato come previsto dalle regole del golf.
22) Fatte salve le sanzioni conseguenti all'apertura di un procedimento disciplinare per i casi più gravi, è facoltà della Commissione Sportiva, in caso di violazione delle norme del presente regolamento, emettere nei confronti dei giocatori un provvedimento di "richiamo sportivo" ed in caso di ripetute infrazioni di inibire al giocatore l'accesso al percorso o alle strutture di pratica per un periodo non superiore a tre giorni; prescindendo dalla irrogazione delle sanzioni previste dalle regole del golf per il gioco lento, la Commissione Sportiva, tramite il comitato gara e la segreteria, avrà la facoltà di spostare nelle ultime partenze delle gare quei giocatori di cui sia stata constatata la lentezza di gioco.
23) Le sole persone autorizzate ad impartire lezioni od insegnamenti relativi al gioco del golf, sono i maestri professionisti riconosciuti dalla F.I.G. ed iscritti alla P.G.A. italiana.
24) E' proibita la pratica al di fuori dei settori espressamente destinati ad essa: sul putting green e nelle vicinanze di esso è vietato praticare con bastoni diversi dal putt salvo che in prossimità ed in direzione della bandiera destinata agli approcci.
25) In tutte le zone destinate alla pratica, abbigliamento e calzature devono essere conformi alle disposizioni in materia del regolamento del Circolo; i minori di anni dodici che hanno accesso a dette zone devono essere costantemente sorvegliati da chi ne ha la responsabilità.
26) E' vietato giocare e/o asportare palline del campo pratica al di fuori dello stesso nonché raccogliere palline di pratica già utilizzate; dopo aver utilizzato il green destinato alla pratica degli approcci, ogni giocatore dovrà aver cura di alzare gli eventuali pitch- mark, rastrellare i bunker e rimettere a dimora ,pressandole, le zolle sollevate.
27) Le iscrizioni alle gare si chiudono inderogabilmente alle ore 18 del giorno precedente la prima giornata di gara; quando la formula di gara non prevede partenze ad estrazione, il Socio potrà esprimere la preferenza per giocare con un altro Socio e per una delle fasce orarie previste; tali richieste saranno prese in considerazione dal comitato gara nei limiti dell'interesse generale.
28) Le iscrizioni alle gare non disdette entro il giorno prima di esse comportano l'obbligo inderogabile di pagare la relativa tassa di iscrizione; qualora la disdetta non sia data almeno un'ora prima dell'orario di partenza, il Socio sarà inoltre soggetto ad un "richiamo sportivo"; nel caso questa infrazione sia ripetuta nell'arco di tre mesi, al Socio sarà automaticamente inibita la partecipazione alle gare del primo weekend successivo.
29) E' interesse e dovere di ogni Socio farsi parte diligente per eliminare gli inconvenienti derivanti dal mancato rispetto da parte di altri Soci o di Ospiti delle regole di comportamento sopra elencate, segnalando i comportamenti difformi, tempestivamente in segreteria.

La Commisione Sportiva tramite la segreteria ed il personale addetto, curerà il rispetto delle norme contenute nel presente regolamento e nelle regole d’etichetta ed attiverà le procedure previste dallo Statuto in caso di violazioni di dette norme.